Frodi carosello, al contribuente la prova dell’insussistenza

Frodi carosello, al contribuente la prova dell’insussistenza

Spetta all’Amministrazione finanziaria dimostrare che le operazioni, oggetto di fattura, in realtà non sono mai state poste in essere; ma laddove la stessa sia in grado di fornire validi elementi atti ad provare che alcune delle fatture sono state emesse per operazioni fittizie, spetta al contribuente confutare tale tesi.

Per leggere l’intero articolo clicca qui