Sicurezza comunicazioni Nato: Generale Hermann, come le rendiamo sicure

Sicurezza comunicazioni Nato: Generale Hermann, come le rendiamo sicure

“La nostra missione è garantire sia le comunicazioni che la trasmissione di dati all’interno della Nato, ma anche proteggere i nostri sistemi dagli attacchi informatici ai sistemi di telecomunicazioni dell’Alleanza Atlantica”.
A parlare in esclusiva al VELINO è il generale di squadra aerea Kurt Hermann, direttore della Ncsa (Nato Communication and Information Systems Services Agency), a Napoli nei giorni scorsi per visitare il Settore operativo e il secondo battaglione segnali, di stanza a Bagnoli.

La visita di Hermann giunge in uno dei momenti di massima operatività per il Comando interforze guidato dal colonnello dell’Aeronautica militare italiana Dario Nicolella, poiché oltre all’operazione marittima Active Endeavour è in corso la ben più complicata missione Unified Protector, relativa alle operazioni belliche sul territorio libico.

Il generale, dopo aver incontrato il comandante del settore partenopeo Nicolella, ha incontrato l’smmiraglio Samuel J. Locklear, comandante del Ajfc Naples, il capo di stato maggiore di Ajfc Naples, generale di squadra aerea dell’Aeronautica militare italiana Leandro De Vincenti, il contrammiraglio Russell Harding, vice comandante della Task Force responsabile della Operazione “Unified Protector” e l’ammiraglio Rinaldo Veri, comandante del Comando marittimo alleato e principale responsabile della componente marittima impegnata in “Unified Protector”.